Cosa fa un consulente di web marketing

Cosa fa un consulente di web marketing

Argomenti dell'articolo

Cosa fa un consulente di web marketing

Cosa fa un consulente di web marketing

Cosa fa un consulente di web marketing

Argomenti dell'articolo

50,54 milioni di Italiani sono utenti attivi di internet

(l’83,7% della popolazione)

Il web fa parte delle nostre vite. Questo dato è talmente evidente nelle nostre attività quotidiane da rendere superata ogni trattazione aggiuntiva su effetti e cambiamenti dettati dalla digitalizzazione.

Molti di noi svolgono un’attività professionale completamente sconosciuta fino a poco tempo fa: Social Media Manager, SEO Specialist, Analytics Specialist …

Questi termini sono comuni per chi si occupa di digital marketing, ma non sempre definiscono, per ognuna delle nuove figure professionali, ruoli e funzioni specifiche: è il caso del consulente di web marketing.

“Cosa fa un consulente di web marketing?” “A cosa ci serve un consulente di web marketing?” 

Ti sarà già capitato di sentire queste domande o di porle a tua volta, di fronte alla necessità di familiarizzare con una delle figure professionali più ricercate del momento.
Io immagino il consulente di web marketing come un regista: una figura professionale in grado di coordinare le figure citate sopra e tutte le altre necessarie all’implementazione di un progetto di web marketing. E’ necessario quindi che abbia ampiecompetenze e visione di insieme, nell’ambito del web marketing.

Chi è il consulente di Web Marketing

Il consulente di web marketing è un professionista con delle conoscenze molto approfondite di web marketing. Per questa figura professionale conoscere “di tutto un po’” non è sufficiente. 

Il consulente di web marketing coordina e indirizza il team di lavoro: quindi le sue scelte strategiche hanno un peso notevole nel raggiungimento degli obiettivi di business.

Non si tratta di un ruolo operativo, ma di supervisione del lavoro degli specialisti, pianificazione strategica continua e monitoraggio del progetto nel suo complesso.

Un buon lavoro di consulenza in tema digital marketing consente di migliorare la comunicazione con i clienti in target, rafforzare l’immagine di un brand in rete, aumentare il volume di affari dell’azienda.

Per raggiungere risultati soddisfacenti è fondamentale assicurarsi di ingaggiare un professionista del web marketing con solide basi in merito a:

  • strumenti e canali 
  • strategie  
  • nicchia di mercato in cui ha eroga le attività di consulenza

Cosa fa il consulente di Web Marketing

Il consulente di Web Marketing lavora con le aziende che hanno interesse a potenziare la loro presenza online. Entrare nel dettaglio dello “stato di fatto” aziendale è il primo dei suoi compiti.

Ogni azienda ha una storia, un target, degli obiettivi di business noti e altri ancora inesplorati; per questa ragione la strategia digitale è unica, strutturata su misura e lontana da qualsiasi schema prestabilito.

Il consulente di Web Marketing traduce l’inquadramento del business in un piano operativo ed evita che tempo e risorse siano sprecati.

Ecco alcuni dei risultati che si ottengono con il supporto di un consulente di web marketing:

  • Aumento della notorietà del marchio
  • Comunicazione aziendale più efficace
  • Nuovi contatti da trasformare in clienti
  • Campagne di newsletter più efficaci (migliori tassi di apertura e di clic)
  • Aumento delle visite al sito web in maniera organica (SEO)

Aumento delle visite al sito web da utenti qualificati con la pubblicità mirata (PPC)

Attività del consulente di Web Marketing

Realizzazione/Restyling di siti web

Il consulente di web marketing progetta da un punto di vista strategico il sito web per potenziare le conversioni dei visitatori in potenziali clienti e migliorare l’esperienza di utilizzo del sito.

Il Web designer e il programmatore, coordinati dal consulente, si occuperanno invece dell’interfaccia grafica e della scrittura del codice, oltre che delle funzioni tecniche su server e servizi in cloud.

Generazione del traffico online

La messa online del sito web è preceduta da una fase strategica legata alla gestione del traffico online: in maniera organica (SEO) o attraverso la pubblicità indirizzata a utenti qualificati (PPC e SEM)

  • SEO (Search Engine Optimization).

Le pagine di un sito web vengono organizzate, a livello di struttura e contenuti, in base agli algoritmi dei motori di ricerca.
La SEO permette di guadagnare posizioni nella pagina dei risultati del motore di ricerca (SERP, Search Engine Result Page) e di offrire agli utenti quello che stanno cercando (query – intenti di ricerca).

  • PPC (Pay per click)

Sfruttando i social network è possibile comprare i click degli utenti in target e aumentare la notorietà del brand, oppure indirizzare il traffico verso i contenuti preparati per un tipo specifico di platea.

  • SEM (Search Engine Marketing)
    Questa attività richiede l’utilizzo di un budget da investire in pubblicità a pagamento sui motori di ricerca. Le inserzioni veicolano il traffico verso le pagine web in cui ci interessa far atterrare gli utenti.

E-mail marketing 

Il consulente di web marketing affianca il marketing manager nell’impostazione delle campagne di email marketing sia per gli aspetti legati alla comunicazione, sia per quelli della lead nurturing (creazione e cura della relazione con clienti e potenziali clienti).

Che siano newsletter informative o sequenze email educative, il consulente dà un contributo nella pianificazione strategica e nello studio dello storytelling. Inoltre, grazie alla sua esperienza, affianca le aziende nella scelta degli strumenti migliori per la gestione del database di contatti.

Lead generation

La lead generation è un processo composto da diversi aspetti: landing page, traffico, lead magnet, email marketing, lead nurturing. Tutti questi aspetti possono essere efficacemente coordinati e gestiti da un consulente di web marketing.

Il consulente aiuta le aziende a costruire un database di contatti di persone interessate ai prodotti o servizi che l’azienda vende (lead).

Content marketing

Nel mondo, ogni minuto di ogni giorno le persone effettuano 4.497.420 ricerche su Google (dati 2019, fonte domo.com). Gli utenti che effettuano ricerche si aspettano informazioni di alta qualità, i motori di ricerca intercettano questa esigenza selezionando contenuti completi ed originali. Il consulente di web marketing affianca le imprese nella creazione di un piano di contenuti con l’obiettivo di intercettare le ricerche degli utenti sui motori di ricerca.

Copywriting

Il copywriting è l’attività di scrittura specificamente studiata per rendere un testo efficace per gli utenti o per gli algoritmi, meglio se per entrambi. Trasformare i concetti, le offerte, le presentazioni in parole facili da leggere ed efficaci per comunicare i propri valori o vendere è un’arte. Il consulente di web marketing, che ha sviluppato competenze trasversali, detta le linee guida per la scrittura di testi efficaci, o, in alternativa, aiuta le aziende a selezionare i copywriter più adatti alle specifiche esigenze del progetto.

Funnel Marketing

Il funnel di marketing è un sistema composto da diversi elementi (landing page, email, inserzioni) che hanno lo scopo di: 

  • creare una relazione con l’utente
  • educare l’utente ai valori dell’azienda
  • portare l’utente alla conversione

Il consulente di web marketing supporta le aziende nella creazione delle esperienze per gli utenti, nella selezione degli strumenti e nella progettazione dell’intero funnel.

Marketing automation

Nei processi di web marketing, moltissimi passaggi possono essere automatizzati: come l’invio di email. Il consulente di marketing, con il suo know how, supporta le aziende nella selezione dei passaggi che possono essere automatizzati e nella scelta dei software da utilizzare, contribuendo alla riduzione dei carichi di lavoro. Va da sé che automatizzando alcuni passaggi rimane più tempo da poter dedicare ad attività ad alto valore.

Cosa faccio io come consulente di web marketing

Durante i primi appuntamenti, raccolgo tutte le informazioni sull’azienda, sugli imprenditori, i manager e tutti quelli che sono coinvolti. Studio e analizzo i processi di vendita, osservo la storia dell’azienda e prendo nota dei passaggi chiave.

Mi faccio raccontare chi sono i competitor diretti e indiretti (ad esempio per le aziende che fanno consulenza in ambito Business Intelligence, non ci sono solo le altre aziende di settore, ma anche i vendor di tecnologia).

Chiedo chiaramente quali sono gli obiettivi che il cliente vuole raggiungere; le attività che sono già state fatte in passato e i risultati ottenuti, sia positivi che negativi.

Solo dopo aver raccolto ed analizzato tutto questo (sto tralasciando molti step del processo, ma solo perché non è questa la sede per parlarne), allora mi metto al computer per creare un documento fondamentale: il Brief. E’ il documento chiave da cui parte ogni mia attività operativa. Nel brief raccolgo spunti e idee per la strategia, assegno i compiti ai vari professionisti coinvolti nel progetto, definisco le tempistiche, chiarisco obiettivi e risorse allocate.

Cosa non faccio e consiglio di non fare ad altri consulenti di web marketing

  1. Non affido la strategia ad un solo strumento
  2. Non mi occupo di vendita di liste email
  3. Non vendo lead un tanto al kg 

Per conoscere meglio la mia attività di consulente di web marketing o per un parere sul tema di questo articolo, contattami.


ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Condividi l’articolo

Argomenti dell'articolo